Destinazioni


Viaggi in Italia







Caccuri 
Calabria Città
Voti utenti
4.2
su 5
1 Recensioni utenti
Città
Tipo di città: Meno di 100mila abitanti
Caccuri è un piccolo borgo della provincia di Crotone, in Calabria. Il castello che domina il centro Storico, tutto arroccato su una rupe a 646 metri di altitudine, è il simbolo del paese. Per i vari scorci paesaggistici e architettonici, e la vicinanza sia al mare Jonio che al Parco Nazionale della Sila, è uno dei comuni più attrattivi della provincia di Crotone. Ogni anno 9 e 10 agosto il premio Letterario Caccuri attira curiosi e personaggi di fama nazionale in questo piccolo centro.






Recensioni utenti

Media voti da: 1 utente(i)

Media voti (pesati)
4.2
Bellezza
4.0
Ospitalità
5.0
Divertimento
4.0
Servizi
4.0
Sicurezza
4.0
 

Aggiungi una recensione



2 di 2 persone hanno trovato questa recensione utile

Caccuri

Autore Domenico

Media voti (pesati)
4.2
Bellezza
4.0
Ospitalità
5.0
Divertimento
4.0
Servizi
4.0
Sicurezza
4.0
Arroccato su uno sperone, il borgo antico si presenta oggi all'occhio del turista un centro non ancora del tutto deturpato dal cemento armato. Il paese è dominato dall'antico castello medioevale. Ai piedi del Castello vi è la Villa Comunale, un parco suggestivo per le sue rocce calcaree dalle forme insolite, che si stagliano tra il castello e i pini del parco, in cui ha sede il Municipio. La Chiesa di Santa Maria delle Grazie, meglio nota come Chiesa Madre o Matrice, domina il centro storico. Tra ripide salite e discese, tra viuzze e costoni rocciosi, si dipanano strade tortuose interrotte dalle cosiddette "rughe", piazzette verso le quali si rivolge l'ingresso di ogni casa: quando ancora non esisteva la televisione, infatti la voce di ognuno si univa a quella dei vicini, per passare la serata raccontando aneddoti e discutendo dei problemi comuni. Vera perla artistica del patrimonio caccurese è l'antico Convento dei Domenicani, che presenta notevoli tesori al suo interno: appena entrati, si viene coinvolti da un forte senso di austerità.
Il paese è situato nella Presila crotonese ed è facilmente raggiungibile dalla S.S.107 che collega Cosenza con Crotone. Vi si può accedere anche in macchina ma, per poterlo gustare in tutte le sue viuzze, è preferibile girarlo a piedi. All'ingresso del paese si presenta l'ottocentesca fontana di Canalaci (allora si pensava che il miglior benvenuto che si potesse offrire al turista fosse un meritato rinfresco, dopo lo stancante viaggio), al cui lato è scolpito uno stemma dell'Università di Caccuri del XVI secolo in pietra serena.
Da gustare le specialità del luogo: il calzone con la sardella, i mastacciuoli, le pitte 'mpigliate (tipiche del periodo natalizio), le cuzzupe e i muccellati (tipici invece di quello pasquale) e il pane tipico, ovvero la pitta. Gli abitanti amano gustare questi prodotti accompagnati dal vino rosso di produzione locale.
Indicazioni utili
Visita consigliata: Sì 
Trovi utile questa recensione? yes     no


 
Pros. >

Le ultime recensioni su Qviaggi

1. Baia di Ha Long
2. Isola di Bali
3. Hué
4. Pisa
5. Patti
6. Taranto
7. Skiros
8. Isola di Ponza

Ultime località inserite

1. Laconi
2. Evora
3. Aveiro
4. Braga
5. Tomar
6. Sintra
7. Parco Nazionale di Peneda Geres
8. Funchal
Vedi tutti...