Destinazioni


Viaggi in Italia







Suzhou 
Cina Città
Voti utenti
4.2
su 5
1 Recensioni utenti
Città
Tipo di città: Tra 1 e 5 milioni di abitanti
Patrimonio dell'umanità UNESCO
Riconoscimenti: Patrimonio umanità UNESCO
Sito patrimonio dell'umanità UNESCO: Giardini classici di Suzhou
Categoria UNESCO: Sito culturale
Suzhou è una città cinese dalla storia antichissima, considerata la culla della cultura Wu, situata nella provincia del Jiangsu, lungo la riva del Fiume Azzurro. Si tratta di una suggestiva città nota come la Venezia d'Oriente, in quanto attraversata da una fitta rete di canali. Raccontata da Marco Polo come la Città della seta, dei commercianti e dei 6000 ponti, conserva ancor oggi l'antico fascino: fortemente legata alla tradizione è l'arte del ricamo, che sopravvive grazie alle numerose botteghe artigiane. Suzhou vanta inoltre bellissimi giardini che sono vere e proprie opere d'arte, con ponticelli, rocce e alberi che creano un'atmosfera surreale. In centro storico Suzhou conserva edifici dell'epoca dei Ming, incastonati in un paesaggio da favola, mentre a pochi chilometri dal centro vale la visita Huqiu, la collina della Tigre, dominata da una pagoda alta 47 metri.






Recensioni utenti

Media voti da: 1 utente(i)

Media voti (pesati)
4.2
Bellezza
5.0
Ospitalità
4.0
Divertimento
4.0
Servizi
4.0
Sicurezza
4.0
 

Aggiungi una recensione



2 di 2 persone hanno trovato questa recensione utile

Una delle attrazioni principali della Cina

Autore Alessandro

Media voti (pesati)
4.2
Bellezza
5.0
Ospitalità
4.0
Divertimento
4.0
Servizi
4.0
Sicurezza
4.0
Suzhou è davvero incantevole e personalmnete consiglio, dopo un primo approccio a piedi, di girarla in bicicletta. Partendo dall'area panoramica di Panmen (è una affascinante area storica bell'angolo sud ovest della città), vicino al fossato della città, il giro in bici costeggia giardini famosi, canali e templi uno più bello dell'altro. In città si possono noleggiare le biciclette in molti posti, oltre ovviamente a diversi alberghi e nel piazzale di fronte alla stazione (io l'ho noleggiata lì). Prima di partire per il giro e lasciare per capirci la zona di Panmen, lasciate la bici e arrampicatevi verso le vecchie mura cittadine. In basso c'è un bel tempio, il cui accesso è pure compreso nel biglietto per la visita di Panmen. Il tempio merita, e si chiama Wuxiang, è una sosta carina. Beh, una volta di nuovo sulla bici, pedalando verso nord si trovano rispettivamente (non sono un genio, ho il fogliettino davanti :-)): la pagoda Ruiguang, il tempio di Confucio, il padiglione delle onde blu, il giardino edl maestro delle reti, le pagode gemelle, il tempi Xuanmiao, il bosco dei leoni, il giardino dell'umile amministratore, la pagoda nord (mi è piaciuta un sacco, ai piani di sopra ci sono diversi graffiti e soprattutto si gode di un bel panorama sulla città), il giardino per indugiare (non consiglio di fermarsi, è assolutamente anonimo), il giardino del tempio dell'ovest (bellissimo, nel tempio principale c'è una imponente statua di buddha ed un'altra enorme statua, oltre ad una sala spettacolare, situata dentro ad un palazzo in miniatura, che all'ingresso presenta anche una indimenticabile statua della dea Guanyn veramente a 1000 braccia, impressionante). Se si prosegue c'è la strada che porta al tempio Hanshan, che è anche ben segnalato, ma io sconsiglio proprio di andarci, non vale assolutamente una visita e si perde tempo e basta. Tutto questo giro sarà lungo circa una decina di chilometri, va via una giornata intera se fatto con calma e io ne ho un ricordo stupendo..
In generale Suzhou è famosa per i canali (sono davvero pittoreschi..) e i giardini tradizionali, ed è vero. I giardini cinesi sono stati concepiti per favorire la meditazione e meritano di essere visti con calma, senza corse da uno al'altro. Piuttoso è meglio farne di meno ma farli "bene", anche se sinceramente non hanno una bellezza idilliaca e poi il loro fascino dipende molto dalle condizioni atmosferiche (li vedi in certe foto in autunno e sono stupendi, in altre sembrano grigi e tristi). Io ho sempre preso bel tempo ed erano luminosi e colorati, emanavo una sensazione positiva e di pace, ma credo proprio che in una giornata grigia possano essere molto squallidi e sbiaditi. Molto carino poi che in diversi giardini sia presente una specie di casa da tè, dove ci si può fermare a gustarsene una bella tazza calda.
Città
Cosa vedere: Assolutamente da non perdere:
Giardino del Maestro delle Reti
Tempio Xuanmiao
Tempio del Giardino dell'Ovest

Consigli utili: Se ci si ferma al Bosco dei Leoni (si chiama così perchè alcune rocce assomigliano a dei leoni, ma sinceramente per me avevano delle visioni....), c'è da fare un po' di attenzione perchè nelle grotte del giardino roccioso è facile perdersi. Comunque consiglio di starci poco perchè è letteralmente invaso da orde di gente. Invece un posticino tranquillo con poca gente è un giardino che si chiama giardino delle coppie: è carino, curato, uccellini che cinguettano e coppiette che passeggiano. Si trova alle parti del tempio Xuanmiao, di poco fuori dall'itinerario turistico principale.
Indicazioni utili
Visita consigliata: Sì 
Trovi utile questa recensione? yes     no


 
< Prec.   Pros. >

Le ultime recensioni su Qviaggi

1. Macugnaga
2. Favignana
3. Pinerolo
4. Isernia
5. Todi
6. Baia di Ha Long
7. Isola di Bali
8. Hué

Ultime località inserite

1. Laconi
2. Evora
3. Aveiro
4. Braga
5. Tomar
6. Sintra
7. Parco Nazionale di Peneda Geres
8. Funchal
Vedi tutti...