Destinazioni


Viaggi in Italia







Xinjiang 
Cina Località
Voti utenti
3.8
su 5
1 Recensioni utenti
Località
Tipo di località: regione
Lo Xinjiang è una regione autonoma della Repubblica Popolare Cinese, che letteralmente significa Nuova Frontiera, nome dato durante la Dinastia Qing. Il nome è considerato offensivo dai molti sostenitori dell'indipendenza, che preferiscono quindi usare nomi storici come Turkestan cinese o semplicemente Uigur. La regione, la cui capitale è Urumqui, è la roccaforte della popolazione di etnia uigura, insediatasi nelle antiche città buddhiste divenute così centri di islam moderato. Per secoli le carovane dei mercanti hanno attraversato lo Xinjiang trasportando merci pregiate su questo tratto della Via della Seta. La sua importanza a livello strategico e la ricchezza di risorse naturali hanno fatto sì che Pechino attuasse politiche per lo sviluppo della regione, oggi sempre più popolata dai cinesi che stanno immigrando in massa. Lo Xinjiang è una terra affascinate e suggestiva, ricca di meraviglie naturali e di testimonianze storiche, come l'Oasi di Turpan, il lago Karakul, il deserto del Taklamakan e la città di Kashgar, che accoglie la più bella ed antica moschea della regione.






Recensioni utenti

Media voti da: 1 utente(i)

Media voti (pesati)
3.8
Bellezza
4.0
Ospitalità
4.0
Divertimento
4.0
Servizi
3.0
 

Aggiungi una recensione



6 di 6 persone hanno trovato questa recensione utile

Xinjiang

Autore emanuele scotty

Media voti (pesati)
3.8
Bellezza
4.0
Ospitalità
4.0
Divertimento
4.0
Servizi
3.0
Un viaggio splendido e alternativo fatto questa primavera. Pechino, altri centri della Via della seta e poi l'arrivo a Urumqui, capitale dello Xinjiang. Dalla città siamo poi andati al lago Tian Chi, alla città di Jia Deng Yu da cui parte l'incantevole escursione al lago Kanas (lago e scenografia indimenticabili...). E poi la tundra di Nanshan, abitata dai kazaki, e il più lontano avamposto della via della seta: Kashgar! Urumqui, è una bella città divisa in due, perchè la parte uigura è chiassosa, folcloristica e piena di mercati e mercatini, mentre quela cinese è modernissima e piena di banche e uffici!!! Diversità al contrario invece nei vestiti: le donne uigure hanno abiti lunghi (e coloratissimi), le cinesi sono invece più disinibite e più alla moda! la prima cosa che mi ha scioccato sono i loro pulmann: sono a cuccette!!!! Siccome minimo si fanno centinaia di chilometri per andare da un posto all'altro, invece dei sedili per affronatare viaggi lunghi ti sdrai... mah, non saprei cosa sia meglio alla fine..!! (dentro si crepa di caldo e non ci si sta se non con le gambe rannicchiate. E pensate a me che sono 1.81...) Comunque poi sono quelle cose che non dimenticherai mai per il resto della tua vita. Il pulman ci ha portati verso il deserto del Taklamakan, che significa più o meno -Se entri non esci più-, e iniziamo bene! Attraversarlo è stato molto emozionante e il paesaggio garantisco che ha un qualcosa di spettrale, con villaggi abbandonati ricoperti di sabbia, torri diroccate.. ma poi anche centri moderni vicino ai pozzi petroliferi! Comunque in genere, a parte qualche stazione di servizio con qualche bettola (puzzolente.. i bagni erano delle buche nel terreno... E' stata molto dura ammetto), è un affascinante mare di aridità. Poi siam arrivati a Khotan, bellissima e vivace oasi uigura, piena di mercati (anche notturni!) e di abitanti simpatici,sanguigni e curiosi, che adorano musica, danze e canto. Dopo 1 altra notte di viaggio siamo arrivati a Kashgar, culla religiosa e culturale della regione come si suol dire! la moschea di Id Gah è davvero bella, anche se mi sono piaciuti di più tutti i vicoletti della kasbah e le case dai portoni decorati, con dentri cortili pieni di piante e fiori coloratissimi!. nelle case ci hanno accolti con un calore commovente (in moschea invece non si può entrare) e con piatti tipici gustosi e che mi son piaciuti un sacco. Ormai si stanno modernizzando, e lo si vede anche dal fatto che la zona del bazar si sta riempiendo di grattacieli.. Al ritorno consiglio di prendere il treno Kashgar-Urumqui, è più comodo!!!
Località
Dove mangiare: A caso, per strada, nelle loro case, tutto buono, soprattutto capra e montone sono le loro specialità (fanno dei fagottini al forno deliziosi..). Poi buonissimi i Lagman, che sembrano le nostre tagliatellle, e li servono con carne e verdura. Poi c'hanno il pane, che chiamano Nan, ed un miliardo di dolci!!! Non me lo sarei mai immaginato, e son buonissimi, fatti soprattutto con miele e frutta secca.
Indicazioni utili
Visita consigliata: Sì 
Trovi utile questa recensione? yes     no


 
< Prec.   Pros. >

Le ultime recensioni su Qviaggi

1. Macugnaga
2. Favignana
3. Pinerolo
4. Isernia
5. Todi
6. Baia di Ha Long
7. Isola di Bali
8. Hué

Ultime località inserite

1. Laconi
2. Evora
3. Aveiro
4. Braga
5. Tomar
6. Sintra
7. Parco Nazionale di Peneda Geres
8. Funchal
Vedi tutti...