Destinazioni


Viaggi in Italia







Segou 
Mali Città
Voti utenti
5.0
su 5
1 Recensioni utenti
Città
Tipo di città: Tra 100mila e 250mila abitanti
Ségou, capitale culturale del Mali, sorge sulle rive del fiume Niger a 250 chilometri dalla capitale Bamako. E' una tranquilla cittadina coloniale edificata alla fine del XIX secolo dai francesi. Caratteristica è la sua atmosfera languida che si percepisce tra i bei boulevard verdi e gli affascinanti edifici in stile neo-sudanese che affacciano sulle rive del fiume. Poco distante dalla città nuova sorge l'antico villaggio di Segoukoro, un tempo capitale del Regno Bambara delle dinastie dei Diarra e dei Coulibaly, dove rimangono le testimonianze delle glorie passate: la tomba del primo re di Ségou Biton Mamary Coulibaly che regnò fino alla morte nel 1755, il palazzo reale e la tra le numerose moschee quella che Biton fece costruire per sua madre. Tra le attrattive principali di Ségou sono il caratteristico mercato settimanale, le fabbriche di ceramiche artigianali, le fabbriche di tessuti bogolan, il lungo fiume e le interessanti escursioni in piroga tra i villaggi dei pescatori. Ogni anno nel mese di febbraio si svolge il Festival sul Niger, un evento di fama internazionale che anima la città per 5 giorni, con performances musicali dei più grandi artisti dell'Africa dell'Ovest, pieces teatrali, di maschere e marionette, esposizioni d'arte e artigianato, fiere, conferenze e atelier. In città si trovano tra le strutture alberghiere, i ristoranti e i bar migliori del Mali.






Recensioni utenti

Media voti da: 1 utente(i)

Media voti (pesati)
5.0
Bellezza
5.0
Ospitalità
5.0
Divertimento
5.0
Servizi
5.0
Sicurezza
5.0
 

Aggiungi una recensione



1 di 1 persone hanno trovato questa recensione utile

Ségou e il fiume Niger

Autore Caterina Manca di Villahermosa

Media voti (pesati)
5.0
Bellezza
5.0
Ospitalità
5.0
Divertimento
5.0
Servizi
5.0
Sicurezza
5.0
La capitale culturale del Mali, tranquilla cittadina coloniale adagiata sulle sponde del fiume Niger..
Città
Cosa vedere: Per chi visita il Mali, una tappa nella cittadina coloniale di Ségou è d'obbligo. Se il Pays Mandingue è lo scrigno che custodisce le glorie dell'Impero del Mali, Ségou lo è per le glorie passate della dinastia dei Coulibaly e dei Diarra che fecero grande la storia dell'Impero Bambara di Segoukoro a partire dal XVIII secolo. Una visita all'antica capitale del Regno ci farà immergere in un'eredità ancora viva e sentita, fatta di valorosi cacciatori e guerrieri, feticheurs e stregoni, griots e leggende. Il capovillaggio, discendente del Re Biton Mamary Coulibaly, accoglie i visitatori nel suo palazzo e dopo aver ricevuto gli omaggi, metterà a disposizione una guida per la visita dell'antico Palazzo, delle moschee in banco e della tomba del Re Biton. A pochi chilometri di distanza si trova la "moderna" Ségou, costruita dai francesi in epoca coloniale, una tranquilla cittadina fluviale che si affaccia sulle sponde del fiume Niger. I numerosi edifici amministrativi coloniali le conferiscono un fascino decadente, mentre il lento scorrere del fiume e i viali alberati le donano un'atmosfera languida e rilassante. Interessante è una visita ad una delle fabbriche artigianali di bogolan, i tessuti tinti con pigmenti naturali ottenuti dalla macerazione delle foglie e dalla fermentazione del fango preso dal letto del fiume. Una dimostrazione pratica sarà alla base della fabbricazione con le nostre stesse mani di un piccolo pezzetto di bogolan come souvenir. Una passeggiata lungo il fiume farà scoprire le attività fluviali dei pescatori con le loro piroghe e pinasse, il mercato delle ceramiche e le botteghe artigianali. Da non perdere una visita all'antiquario più famoso della città, nella via principale che conduce al lungofiume. Il Signor Sidibé comincio' a lavorare come antiquario in epoca coloniale e dopo di lui i discendenti ne hanno ereditato l'attività, proponendo ancora oggi degli interessantissimi pezzi originali, tra bronzi, gioielli, maschere e marionette antiche. Meglio di un museo!Il pretesto migliore per visitare Ségou è offerto sicuramente dal famoso Festival sul fiume Niger, una kermesse musicale e culturale della durata di 4/5 giorni, che si svolge in febbraio. Durante il giorno esposizioni artigianali, manifestazioni teatrali e spettacoli di marionette, conferenze e ateliers di tutti i tipi; la sera sul palco principale con il bellissimo scenario del fiume Niger alle spalle, i concerti musicali degli artisti più importanti dell'Africa dell'Ovest. Veramente un evento magico che permetterà una full immersion nella vera essenza culturale maliana. L'edizione 2013 dell'evento è prevista dal 12 al 17 febbraio e accoglierà in una delle serate iniziali gli artisti di un altro Festival maliano, il Festival del Deserto di Timuktù, costretto quest'anno all'esilio a causa degli avvenimenti politici che hanno colpito il nord del paese.
Dove mangiare: All'Hotel Soleil de Minuit, cucina accettabile a prezzi mediamente buoni, ma si consiglia di prenotare soprattutto durante il week end e durante il Festival sul Niger. Al ristorante l'Esplanade, un tempo pizzeria gestita da un italiano, adesso passata ad una gestione libanese che non brilla per gentilezza, propone una cucina internazionale, ma il suo vero forte è l'impareggiabile posizione con vista sul fiume. Al ristorante Kora, atmosfera soffusa e spettacoli live durante il week end, si tratta di una catena di ristoranti a gestione locale, di buon livello. Al Djoliba,un buon ristorante con i desserts migliori della città. Aggiungerei anche la Signora che frigge i fagottini ripieni di uova e verdure, di fronte al Hotel Soleil de Minuit.
Dove dormire: L'Hotel de Minuit offre sistemazioni per tutte le tasche, dalle camere con aria condizionata a quelle con ventilatore, fino al posto tenda sul tetto. L'Hotel Djoliba, un livello superiore rispetto al Soleil de Minuit. L'Auberge e l'Esplanade, le migliori sistemazioni in città. Infine l'Espace Badjidala, fuori città sul lungo fiume in direzione di Segoukoro, una struttura di nuova costruzione che offre tutti i conforts.
Consigli utili: Girate per la città a piedi o in bicicletta. Affittate una piroga e dedicate una mezza giornata ad un'escursione sul fiume Niger, nei villaggi di pescatori bozo e somono. Contrattate sempre il prezzo prima di comprare un articolo d'artigianato locale, tranne i bogolan nelle fabbriche principali, dove sono venduti a prezzi fissi.
Indicazioni utili
Visita consigliata: Sì 
Trovi utile questa recensione? yes     no


 
< Prec.   Pros. >

Le ultime recensioni su Qviaggi

1. Pinerolo
2. Isernia
3. Todi
4. Baia di Ha Long
5. Isola di Bali
6. Hué
7. Pisa
8. Patti

Ultime località inserite

1. Laconi
2. Evora
3. Aveiro
4. Braga
5. Tomar
6. Sintra
7. Parco Nazionale di Peneda Geres
8. Funchal
Vedi tutti...