Destinazioni


Viaggi in Italia








Marrakech 
Marocco Città
Voti utenti
3.7
su 5
10 Recensioni utenti
Città
Tipo di città: Tra 1 e 5 milioni di abitanti
Internet: Sito ufficio turismo
Patrimonio dell'umanità UNESCO
Riconoscimenti: Patrimonio umanità UNESCO
Sito patrimonio dell'umanità UNESCO: La medina
Categoria UNESCO: Sito culturale
Marrakech è la città più nota del Marocco e seconda a Casablanca per le attività commerciali. Da visitare a Marrakech la città vecchia e la città nuova, che si trova ad ovest dell'imperdibile Medina(racchiusa entro le mura). Centro caratteristico della città è piazza Jama‘a el-Fnaa, attorno alla quale si sviluppa la città vecchia ed i noti suq: mercati coperti che si articolano su tante viuzze. Da visitare anche la famosa Moschea Kutubiya e la Moschea di Ben Youssef.






Recensioni utenti

Media voti da: 10 utente(i)

Media voti (pesati)
3.7
Bellezza
4.5
Ospitalità
3.8
Divertimento
3.3
Servizi
2.9
Sicurezza
3.8
 

Aggiungi una recensione



15 di 34 persone hanno trovato questa recensione utile

Marrakech, gioved 05 aprile 2012

Autore s

Media voti (pesati)
2.0
Bellezza
3.0
Ospitalità
1.0
Divertimento
2.0
Servizi
1.0
Sicurezza
3.0
Sono appena tornata e non credo ci andrò mai più. Non ho mai sofferto tanto in un viaggio quanto qui e ho viaggiato veramente tanto ma tutta questa violenza sugli animali non l'avevo mai vista da nessuna parte. Cani e gatti affamati assetati e rachitici, per non parlare di come trattano quei poveri asini, muli e spesso anche cavalli, che tengono legati al carretto tutto il giorno senza cibo nè acqua, con la lingua stretta dal morso ad asfissiarli e il corpo coperto di sangue a causa delle cinghie permanenti. Non li sciolgono mai. Penso che non esistano giustificazioni per un comportamento del genere, il fatto che siano poveri non è di certo una giustificazione, un pò d'acqua e riposo non costano nulla. E penso che l'anima di un popolo sia il riflesso del rapporto che la società ha con gli animali, più di qualsiasi altra cosa. Lì è AGGHIACCIANTE!
Città
Cosa vedere: Quei 6/7 monumenti che ci sono e molto velocemente i souk.
Dove mangiare: ristorante al fassia.
Consigli utili: attenzione ai prezzi non esposti e alle persone che vi si affiancano (vi portano in qualche negozio a farvi spendere un sacco di soldi).
Indicazioni utili
Visita consigliata: No 
Trovi utile questa recensione? yes     no

14 di 19 persone hanno trovato questa recensione utile

Fine settimana lungo a marrakech, marted 21 febbraio 2012

Autore Diego

Media voti (pesati)
3.6
Bellezza
4.0
Ospitalità
4.0
Divertimento
3.0
Servizi
3.0
Sicurezza
4.0
Siamo una famiglia con bambini e abbiamo contattato la guida Abbes Benhamid, parla italiano, è rispettoso e sa guidarti ovunque senza strane insistenze e dandoti consigli "reali".
Si serve di un autista davvero bravo e cortese, abbiamo fatto davvero un bel viaggio e visto tante cose...e soprattutto le abbiamo comprese. se qualcuno volesse contattarlo il tel. è 00212 610 714752. parla bene italiano.
Città
Cosa vedere: Inutile elencare i posti già conosciuti: la piazza, le tombe arabe, i giardini, etcetera.
Dove mangiare: Ci siamo "arrangiati" andando al "carrefour", ci sono locali puliti e dai prezzi ragionevoli.
Alla sera invece, per due volte al ristorante italiano Casanova, pulizia gentilezza e cibo davvero buono. i taxi cercano di dissuadervi perchè probabilmente li non prendono "commissioni".

Dove dormire: Abbiamo dormito al Novotel Suites del Hivernage: bello, pulito, ottimo per famiglie, zona sicura.
Consigli utili: Dopo aver visto una volta la piazza, evitatela, vi sentirete come un pollo contornato da tanti commensali che vogliono spolparvi. Comunque, fermezza, niente elemosine e.. una guida è davvero necessaria. Senza non vi succede nulla, ma non capirete nulla e spenderete più di quanto avreste speso prendendola.
Indicazioni utili
Visita consigliata: Sì 
Trovi utile questa recensione? yes     no

10 di 14 persone hanno trovato questa recensione utile

citta' magica..., mercoled 07 dicembre 2011

Autore riky

Media voti (pesati)
4.2
Bellezza
5.0
Ospitalità
5.0
Divertimento
3.0
Servizi
3.0
Sicurezza
5.0
il mio viaggio piu' breve (di soli due giorni) ma il piu' intenso... indimenticabile.. la gente e' cordiale ed il posto e' magnifico.. tra ricchezza e poverta'..
Città
Cosa vedere: La piazza e i suoi luoghi piu' nascosti.
Dove mangiare: ovunque.
Dove dormire: in qualche RIAD ma anche negli ottimi alberghi in gueliz il quartiere piu' moderno
Consigli utili: Durante il viaggio può succedere di tutto, specie in quelli di avventura, ma questo in viaggio, per lavoro o per vacanza, non ritornerai mai come sei partito... l’obiettivo è quello di prendere più che puoi, con tutti i tuoi strumenti, quello che questo percorso ti vuole offrire e così, con gli occhi sempre attenti ad osservare le cose che accadono e quelle che fai accadere, con le orecchie pronte a percepire le parole, i suoni e i rumori che possono essere segnali per la tua mente e pronto a respirarti profondamente i momenti di volo e di atterraggio per ricordare ciò che hai lasciato e ciò che di nuovo stai portando.
Indicazioni utili
Visita consigliata: Sì 
Trovi utile questa recensione? yes     no

19 di 19 persone hanno trovato questa recensione utile

la magica città, domenica 27 marzo 2011

Autore baruffi maria

Media voti (pesati)
4.2
Bellezza
5.0
Ospitalità
4.0
Divertimento
4.0
Servizi
4.0
Sicurezza
4.0

Innanzitutto non bisogna partire con pregiudizi, in Marocco la gente è pacifica.

Marrakech si estende alle pendici dell’Atlante, è una città imperiale fondata dagli Almoravidi nel lontano 1062, che dopo mille anni di storia riesce ancora ad affascinare con la magia dei palazzi, degli incantevoli giardini e del suk, tra i più celebri dell’intero Maghreb, vera e propria città nella città, brulicante di vita e di commerci. La medina è il centro storico della città e, al pari del suk, è visitabile facilmente a piedi. Questo permette di assaporarne la bellezza, mentre i sensi vengono sollecitati da un caleidoscopio di colori e intensi profumi. Sono davvero tanti i monumenti che meritano una visita. Bellissime le Zaouie di Sidi bel Abbès e di Sidi ben Slimane e la Fontana Chrob ou Chouf. L’intera medina è poi circondata dai celebri bastioni di Marrakech, mura di argilla lunghe 19 chilometri, che si aprono in splendide porte monumentali.
Assolutamente da non perdere è la Medersa Ben Youssef, una scuola coranica tra le più grandi e belle dell’intero territorio
Autentico centro della città è la Place Jemaa el-Fna che al mattino diviene teatro di un chiassoso mercato in cui sono protagonisti dolci, succo d’arancia e piante medicinali, mentre la sera si trasforma in un immenso ristorante all'aperto, popolato di cantastorie, ballerini, musicisti, cartomanti, incantatori di serpenti… in uno spettacolo di multiforme umanità, L’architettura religiosa esplode di bellezza nella Moschea Koutoubia, giustamente famosa per il suo spettacolare Minareto che si innalza per 70 metri sopra la città.Di tutt’altra natura è il Palais Bahia, il Palazzo della favorita, un bel complesso costituito da due ben distinte costruzioni.

Città
Dove mangiare: Cenare al Monriad.
Pranzare a un dejeuner a Marrakech

Dove dormire: MonRiad
MonRiad è situato vicino al "Parking de la Prefecture de la Medina" non lontano dal "Palais Bahia".
n. 4 Derb Lahbasse, Riad Zitoun Lakdim
40000 MARRAKECH
Tel. 00212.(0) 524386631

Consigli utili: Prenotare una visita guidata.
Visitare da soli i suk.
Godersi il panorama all'alba e al tramonto dalla terrazza del riad.

Indicazioni utili
Visita consigliata: Sì 
Trovi utile questa recensione? yes     no

11 di 13 persone hanno trovato questa recensione utile

Tour città imperiali e deserto Fes-Marrakech, marted 15 giugno 2010

Autore fravarchi

Media voti (pesati)
4.4
Bellezza
5.0
Ospitalità
5.0
Divertimento
4.0
Servizi
4.0
Sicurezza
4.0
Eccomi qui... Tornata da una bellissima settimana di Marocco, di cui 6 giorni in tour con www.radoin-saharaexpeditions.com e mi sembra giusto chiudere il cerchio con il riscontro. In pratica... se siete alla ricerca di una guida super preparata, che in un italiano (quasi) perfetto vi illustri architettura, economia, socio-politica e storia, approfondendo quanto riportato nelle guide ufficiali (tipo Lonely Planet) o che le sostituisca... be', forse non è l'agenzia giusta.... Ma se cercate una guida genuina, disposta a indicarvi i luoghi caratteristici, magari un po' fuori dalle rotte più battute dai turisti, che vi racconti (in un italiano non perfetto, ma accettabile) anche aneddoti di vita quotidiana... o un accompagnatore gentile disponibile a studiare il percorso che più si desidera e valutare deviazioni e cambiamenti... be', allora siete a cavallo…ops…a dromedario!!!
L'agenzia è gestita da Radoin el jakani, che abbiamo conosciuto brevemente al nostro rientro da tour. Una persona molto disponibile sia in fase di organizzazione che poi per raccogliere riscontri e suggerimenti, attenta ai particolari e sensibile ad eventuali critiche. Durante il tour di 3 giorni siamo stati accompagnati da due persone:
Un autista bravissimo, sempre attento e cauto (eravamo in tour privato, a bordo di un Toyota Prado pulitissimo e ben curato), anche nelle situazioni più critiche (il primo giorno ha piovuto molto e abbiamo dovuto guadare un vero fiume che ha tagliato la strada principale.
E una guida locale che ci spiegava i posti che visitavamo, sempre disponibile a rispondere alle nostre domande e a farci foto o indicarci gli scorci più caratteristici, oltre che darci suggerimenti su come comportarci.
La prima notte abbiamo dormito in un piccolo albergo gestito da due ragazzi berberi: piccolo, rustico, ma pulito, accogliente e moooolto caratteristico.
La seconda (e ultima) notte abbiamo sperimentato il bivacco berbero nell’Erg Chebbi e anche qui abbiamo riscontrato ordine e pulizia (compatibilmente con la situazione “bivacco”, ovviamente!!!). Esperienza decisamente positiva.
Città
Cosa vedere: Il palazzo La Bahia
La Place Djemna El Fna
Il minareto della Koutoubia
La Medersa Ben Youssef
Il Museo di Marrakech
Le tombe saadiane

Dove mangiare: Dove mangiare: in qualunque baracchino in piazza mangi bene e paghi poco. ma se la confusione ti stressa... mangerai meno bene e pagherai un po' di più, ma sarai più tranquillo su una qualuque terrazza dei bar a lato piazza. Se poi sali all'ora del tramonto, lo spettacolo è bellissimo...
Dove dormire: Riad cristof - Riad naima - Riad anna
Consigli utili: visita di Marrakech e deserto, merzouga - la strada di mille Kasbah - La vallee dell Rosse - goli del todra - dune e deserto di merzouga
Indicazioni utili
Visita consigliata: Sì 
Trovi utile questa recensione? yes     no

2 di 3 persone hanno trovato questa recensione utile

incantevole marrakech, luned 14 giugno 2010

Autore Raffaella Pulimeno

Media voti (pesati)
3.8
Bellezza
5.0
Ospitalità
5.0
Divertimento
3.0
Servizi
2.0
Sicurezza
4.0
si puo' cogliere il fascino di marrakech molto lentamente,l asciandosi guidare attraverso la medina per ascoltare le voci, sentire i profumi, fotografare quei tanti volti e penetrarne il senso piu' profondo. Una meta che consiglio.
Città
Cosa vedere: la medina
Dove mangiare: cafe' arabe
Dove dormire: dar aynemen
Consigli utili: abbiamo compreso il grande fascino di marrakech grazie alla nostra guida BENHAMID ABBES. Grande professionalita, cultura, sensibilita
Indicazioni utili
Visita consigliata: Sì 
Trovi utile questa recensione? yes     no

15 di 16 persone hanno trovato questa recensione utile

Folle Marrakech, mercoled 07 aprile 2010

Autore Laura

Media voti (pesati)
2.2
Bellezza
3.0
Ospitalità
1.0
Divertimento
3.0
Servizi
1.0
Sicurezza
3.0
sottolineo che il mio è un parere puramente soggettivo (anche se condiviso da molti).
- Se volete serenità andate coi viaggi organizzati.
- Se volete avventura andate per conto vostro ma siate molto elastici.

Io ho imparato che il marocco in generale e marrakech in particolare sono più cari di quanto ci si aspetti.
Marrakech è bella, ma se avete visto l'andalusia a livello di monumenti, palazzi, arte almudejar, quest'ultima vale mille volte di più; però marrakech è un'esplosione di colori, rumori, profumi.
La città rossa è sì affascinante ma la miseria ai lati delle strade, la sporcizia, la povertà e a volte l'arroganza dei marocchini non sono menzionate sulle guide, per ovvi motivi. sappiate però che nella medina vi scontrerete con questa realtà non patinata.
sappiate adattarvi. siate gentili ma fermi: il turista è il pollo da spennare.
per favore non date soldi a incantatori di serpenti e scimmiette al guinzaglio...quegli animali sono veramente maltrattati e sofferenti. non incoraggiate i bambini all'accattonaggio: non li aiutate così.
Il caos è travolgente, emozionante. quando però vi stanca, andate a visitare i jardins majorelle nel guéliz (ville nouvelle): un attimo di respiro dalla frenesia, fontane, piante grasse e bellissimi colori tutto intorno a voi.
Godetevela marrakech. Vale un viaggio. In 2 giorni la vedete tutta e bene, se sgambettate.
Documentatevi bene prima di partire, soprattutto sulla CULTURA e la REALTA' del popolo marocchino: ve lo consiglio di cuore - onde evitare delusioni.
non perdetevi il tè alla menta e il tramonto sulla terrazza del Caffè le Glacier in piazza: pura gioia dei sensi.
Città
Cosa vedere: Il palazzo La Bahia
La Place Djemna El Fna
Il minareto della Koutoubia
La Medersa Ben Youssef
Il Museo di Marrakech
Le tombe saadiane

Dove mangiare: in qualunque baracchino in piazza - mangi bene e paghi poco. ma se la confusione ti stressa...mangerai meno bene e pagherai un po' di più, ma sarai più tranquillo su una qualuque terrazza dei bar a lato piazza.
se poi sali all'ora del tramonto, lo spettacolo è bellissimo...

Dove dormire: Riad Khamssa, che sembra sbucato fuori da Le Mille e Una Notte. però è piuttosto lontano dalla piazza, e come tutti i riad non è facile da trovare. Portate SEMPRE con voi una bussola e una cartina, perchè se vi fate accompagnare dai locali dovete dare buone mance per non incorrere in fastidiose discussioni.
Consigli utili: visitarla in primavera, o in autunno.

armarsi di molta pazienza: i marocchini hanno una mentalità molto diversa dalla nostra.

un po' di distacco e pelo sullo stomaco: o siete molto benestanti e generosi, o non potete lasciare soldi a tutti, ma tutti ve li chiedono, e non si accontentano di pochi spiccioli.

rispetto: non siete in un luogo pericoloso, ma è comunque un paese musulmano - anche se fa caldo magari evitiamo shorts e canotte.

bussola e cartina: Marrakech è un labirinto.

una guida: i locali non vi stressano e vi togliete qualche curiosità sul posto, che narrata da un locale è meglio che letta sulla lonely planet

Indicazioni utili
Visita consigliata: Sì 
Trovi utile questa recensione? yes     no

5 di 5 persone hanno trovato questa recensione utile

bellissima, luned 23 novembre 2009

Autore silvia

Media voti (pesati)
3.8
Bellezza
5.0
Ospitalità
4.0
Divertimento
3.0
Servizi
4.0
Sicurezza
3.0
I 12 km. di mura sembra quasi che non bastino a tenere dentro tutta Marrakech che, concordando con la recensione precedente, è proprio come un grandissimo caos ordinato. Il cuore meraviglioso, vivo, unico della città, che non sarebbe per niente la stessa se non ci fosse, è la piazza Djemna el-Fna, un luogo a parer mio unico al mondo. La piazza ti dà uno spettacolo incredibile, di giorno è strapiena di centinaia di bancherelle che vendono di tutto, oltre a giocolieri, acrobati, incantatori che si esibiscono, le donne che fanno i disegni con l'hennè, artisti, pittori.. c'è di TUTTO! ci sono anche i cosiddetti venditori di acqua, che sono delle persone vestite di rosso che passano tra la folla con dei pentolini appesi al collo e vendono acqua. Allucinante. Alla sera invece la piazza si riempie di chioschi per mangiare, con cose tradizionali cucinate al momento, un profumo di spezie, vapori, una atmosfera indimenticabile. Attorno alla piazza ci sono invece le terrazze dei vari bar e ristoranti dove, dico la verità, si respira una atmosfera marocchina autentica e da provare. Su un lato della piazza c'è poi il bellissimo minareto della moschea della Kutubiyya, enorme, colpisce molto e fa da ciliegina alla piazza. Se si va a nord della piazza si trova invece il quartiere dei souq (i bazar insomma), che mi ha un po impaurita e creato ansia. sono dei mercati coperti dentro a una miriade di viuzze e piazzette, ognuna delle quali vende cose specifiche (pelli, lana, gioielli e mille altre cose). Anche se li ho trovati davvero angusti e caotici, ammetto che questi mercati emanano una specie di fascino ancestrale. belli e attraenti, ma anche intimidatori. Dopo l'area dei souq da vedere c'è la moschea di Ben Youssef e la vicina medersa, che è una scuola coranica che puo visitare liberamente chiunque e che mi è piaciuta moltissimo. ha un bel cortile, alberi e gallerie, sopra le quali ci sono tutte le finestrelle delle camere degli studenti. Da quelle parti da vedere c'è anche il museo di Marrakech (io non sono entrata ma consiglio di ammirarne l'edificio, è stupendo).
Un'altra cosa che mi è piaciuta da morire a Marrakech sono stati i riad, letteralmente li adoro perchè hanno un fascino unico (i riad sono praticamente le dimore dei grandi visir o di gente ricca, una specie di palazzi patrizi che si vedono anche nei film, con una corte al centro su cui guardano i vari piani della casa con balconi tenute su da archi). Io ho visitato il palazzo de la bahia, una cosa meravigliosa, ci abitava un sultano con non ricordo quante concubine e decine di bambini.. Poi validissimo anche il Dar si Said, altro riad superbo dove dentro c'è anche un museo delle arti da vedere a tutti i costi, anche velocemente e anche non fosse solo che per vederne la collezione dei gioielli e tappeti.

Una città meravigliosa che va visitata assolutamente a parere mio dopo aver visto le classiche capitali europee
Città
Dove mangiare: provare assolutamente il cibo in piazza Djemna el-Fna in qualche chiosco.
Dove dormire: io straconsiglio di farlo in un hotel ricavato in un ex riad, è una cosa stupenda. sembra di essere nel racconto di Mille e una Notte..
Io ero al Riad Flam (ha anche un bellissimo hammam dentro) e mi sembrava di essere in un sogno

Consigli utili: - Marrakech vale la visita in primavera (clima ventilato e mite), perchè in estate è troppo rovente e afoso.
- Nel quartiere dei Souq diversi venditori sono molto aggressivi, soprattutto quelli nelle vie meno battute. Consiglio quindi di andare nei souq con una guida, oppure di seguire sempre le vie principali stando dietro al flusso maggiore di persone, perchè cosi si arriva sempre a qualche monumento importante, oppure ad una delle porte.

Indicazioni utili
Visita consigliata: Sì 
Trovi utile questa recensione? yes     no

14 di 15 persone hanno trovato questa recensione utile

Marocco nl cuore, domenica 01 novembre 2009

Autore margherita   -  Guarda tutte le recensioni  - Top 100 Rececensori

Media voti (pesati)
4.4
Bellezza
5.0
Ospitalità
5.0
Divertimento
4.0
Servizi
4.0
Sicurezza
4.0
Volentieri racconto il mio viaggio.
Siamo partiti in 6 (siamo 2 famiglie con figli adolescenti), sempre noi 6, che ogni anno scegliamo mete diverse. Soldi permettendo, ci piace viaggiare, ma non amiamo i viaggi organizzati nel senso stretto della parola. Quest'anno abbiamo deciso per il Marocco, dapprima per un fattore economico, ma una volta visitato ci siamo innamorati del posto. Siamo partiti da Malpensa con easyjet per Marrakech. Appena giunti siamo rimasti impressionati dall'aereoporto: una costruzione incredibile: la "tettoia" esterna, attraverso particolari fessure, lasciava trapelare i raggi del sole come un bizzarro merletto: già lì c'era un'atmosfera incredibile.
Prendiamo un taxi per 6 (un monovolume) e con 15 euro raggiungiamo Marrakech, tra motorini che ci sfrecciano davanti! I nostri figli si divertono tantissimo nel vivere il codice stradale! Raggiungiamo la piazza Jeema el-Fna: che "casino ordinato" di profumi, colori, suoni! Siamo ancora poco sgamati per evitare le foto con il cobra e quant'altro, ma inizia a piacerci tutto questo! Dopo 2 giorni trascorsi a Marrakech visitando le classiche mete turistiche (il souk, le tombe saadiane, i giardini Majorelle,la torre di Hassan II ) incontriamo le nostre guide di viaggio (www.nomadexperience.com 00212661683465 oppure 00212661683465) che ci porteranno nel tour vero e proprio: Nourdine El Jakani di nomadexperience (parla 5 lingue, tuareg) e Hassan (non sa assolutamente parlare 1 lingua straniera).
Sin dall'inizio si instaura un rapporto umano incredibile, fatto di allegria, ma mai invadenza. Partiamo alla volta di Ouarzazate dove visitiamo la kasbah Ait Benhaddou e ci dirigiamo alla volta delle gole del Todra. Qui pernottiamo in un albergo costruito nelle grotte! Che meraviglia! Se volete vi dò il nome. Le tappe successive sono le classiche: Eirfoud, Merzouga, Rissani, Zagora e Ouarzazate; queste sono tappe che potete fare con qualunque tour oragnizzato, ma ciò che abbiamo vissuto è indimenticabile. A Erfoud abbiamo pranzato a casa della famiglia di Nourdine: che accoglienza! Abbiamo mangiato VERO cuscus e bevuto VERO tè, le amiche della sorella ci hanno omaggiato del tatuaggio all'hennè.
Come dimenticare le 'vomitate' di Ruggero per aver bevuto alla mattina un caffè-latte?!?!? Che bel ricordo abbiamo lasciato! Ma dopo un massaggio della mamma in punti precisi dei polsi e piedi con un olio 'magico', chissà come, dopo un quarto d'ora, Ruggero era nuovo. Come dimenticare la fermata lungo il tragitto per Zagora, fermi per una foto, improvvisamente sbucano da non so dove 2 bimbi che ci offrono un cavallino di terra fatto con le loro manine in cambio di qualche caramella!
Come dimenticare il pranzo a base di pizza berbera, mangiata in un laboratorio di tappeti, seduti in mezzo a tutti quei giochi di colori e intrecci di tessuti!
Potrei continuare per ore raccontando le sensazioni più che i luoghi visitati. Grazie Nourdine e Hassan, che, anche se silenzioso e non parlando e capendo la nostra lingua, è stato un incredibile e divertentissimo compagno di viaggio. Noi nei viaggi cerchiamo soprattutto questo e la cosa più bella è che i nostri figli alla fine di ogni viaggio ci ringraziano.
Indicazioni utili
Visita consigliata: Sì 
Trovi utile questa recensione? yes     no

9 di 10 persone hanno trovato questa recensione utile

Marrakech, luned 02 giugno 2008

Autore federico

Media voti (pesati)
4.0
Bellezza
5.0
Ospitalità
4.0
Divertimento
4.0
Servizi
3.0
Sicurezza
4.0
Città di una suggestione eccezionale. Caotica e frenetica in modo amabile, e non solo per gli abitanti, perchè alla fine è il punto d'arrivo di gran parte del turismo internazionale e si vede gente da tutte le parti del mondo! Il cuore pulsante di Marrakech è la piazza Jamaa El Fna, il più grande souk del Marocco del sud e soprattutto punto di riferimento VITALE per i turisti alle prese con il labirinto di vicoli della Medina (io mi sono perso 3 volte. Se non ci fosse stata la piazza, non avrei più avuto idea di dov'ero finito!!!). Altra icona del centro storico è poi la torre della Koutoubia, che è alta sui 70 metri e soprattutto è visibile a chilometri di distanza da qualsiasi direzione!! E' davvero una città islamica che trasuda storia e fascino ed è piena di luoghi d'interesse. Mi è piaciuto moltissimo ad esempio anche la Medersa ben Youssef, che è una pittoresca scuola coranica attaccata alla moschea. Se si rispettano certe cose, si è schivi e non si prendono iniziative da turista fai da te, la gente è cordiale e si fa i fatti suoi!
Indicazioni utili
Visita consigliata: Sì 
Trovi utile questa recensione? yes     no


 
< Prec.   Pros. >

QLogin - Username e password