Destinazioni


Viaggi in Italia







Imlil 
Marocco Località
Voti utenti
3.8
su 5
1 Recensioni utenti
Località
Tipo di località: di montagna
Imlil è un piccolo villaggio di alta montagna situato a 1740 metri sul livello del mare ai piedi del Jebel Toubkal, la vetta più alta di tutto il Nord Africa. Imlil, grazie alla sua posizionè, è divenuto una base ideale per coloro che tentano di raggiungere la cima del Toubkal. Il villaggio rappresenta per questo oggi il vero centro del turismo montano del Marocco, accogliendo circa il 90% dei visitatori che proseguiranno poi per il Jebel Toubkal. Imlil si trova alla fine della strada asfaltata ed è luogo ideale anche per il noleggio di guide di montagna e muli per il proseguimento del trekking. Il villaggio che si vede oggi è piuttosto sviluppato e relativamente di nuova creazione, mentre la comunità originaria si è sparsa nelle vallate circostanti di Tamatert, Ait Souka, Tagadirt, Acheim, Taourirt n'Ait Mizane, Mzikene e Arhrene. Prima dell'avvento del turismo di montagna Imlil era conosciuto unicamente per la sua produzione di noci, mele e ciliegie.






Recensioni utenti

Media voti da: 1 utente(i)

Media voti (pesati)
3.8
Bellezza
3.0
Ospitalità
5.0
Divertimento
4.0
Servizi
3.0
 

Aggiungi una recensione



2 di 2 persone hanno trovato questa recensione utile

Imlil e le escursioni

Autore Paolo

Media voti (pesati)
3.8
Bellezza
3.0
Ospitalità
5.0
Divertimento
4.0
Servizi
3.0
Imlil è un piccolo villaggio di montagna ormai molto famoso in quanto davvero votato al turismo. In un bel contesto naturale circondato da noci e alberi da frutto, è il punto di partenza perfetto per salire al Jbel Toubkal, ma anche per molte altre escursioni.
Come quasi tutti i turisti presenti, anche noi abbiamo usato Imlil come "base". Si trova a 17 chilometri da Asni (la strada è la 6038), ma soprattutto a neanche un'ora e mezza di auto da Marrakech (noi arrivavamo proprio da Marrakech).
A Imlil l'accoglienza è molto calorosa e ci si trovano anche le guide. Gli escursionisti discretamente allenati possono anche salire da soli sul Jbel Toubkal, ma io consiglio sempre una guida perchè i sentieri non sono ben segnalati...
Sempre ad Imlil ci si possono procurare delle cartine dettagliate della zona dall'ufficio delle guide del villaggio. Poi, ad esempio per le escursioni di diversi giorni, si possono affittare anche dei muli.
Oltre alla possibilità di scalare la cima del Jbel Toubkal (ricordo che è oltre i 4000 metri), che rappresenta il picco più alto in assoluto dell'Atlante, tutto il massiccio del Jbel Toubkal permette una serie di escursioni che possono durare più giorni. Sinceramente scalare il Toubkal non è di particolare difficoltà, anche se si tratta pur sempre di una escursione ad alta quota e su terreni sconnessi.
Per quanto riguarda i rifugi, allora: il più vicino è quello di Neltner, a circa 5 ore da Imlil; poi c'è quello di Lepiney, a due giorni di cammino dall'altopiano Tazarhart. Il rifugio Neltner è praticamente l'ultimo punto di ristoro prima della cima del Jbel Toubkal, si trova a 3.200 mt. ed è aperto tutto l'anno.
Il rifugio Lepiney si trova invece proprio all'inizio del sentiero che porta alla valle di Azzaden e ci tengo a sottolineare che è usato da scalatori esperti. Noi non ci siamo andati, perchè dal Neltner abbiamo deviato per andare verso la cima del del Jbel Toubkal. Una volta in vetta c'è solo una cosa che posso dire: la vista su tutto l'Atlante è semplicemente spettacolare e le emozioni che si provano sono indimenticabili.
Sempre dal rifugio Neltner, è possibile fare un'altra piacevole escursione che porta fino ad un bel laghetto, il lago Ifni, ca. a 5 ore a piedi dal rifugio, su un'area ricca di minerali; sulle sue rive del lago si trovano anche numerose capanne dei pastori.
PS: durante la camminata che da Imlil porta al rifugio Neltner, si incontrano sul sentiero due bei siti: uno è il paese di Aremd, caratteristico, con tutte casette in pietra abbarbicate sul fianco della montagna e circondate da terrazzamenti coltivati; il secondo è un luogo molto famoso che attira pellegrini tutto l'anno ed ha obiettivamente il suo fascino. Si chiama (copio) SIDI CHAMHAROUCH e si trova alla fine di una suggestiva gola molto profonda; sarebbe in pratica la koubba di Sidi, re di alcuni spiriti..

Altra escursione molto bella se si alloggia ad Imlil, è quella che porta ad un villaggio a oltre 2300 mt. di altitudine, si chiama Tacheddirt, è un bel paesino tra le montagne ad est di Imlil.
Località
Dove dormire: Mi sento assolutamente di consigliare una pensione in cui ci eravamo trovati bene, si chiama ATLAS GITE'.
E' una pensione piccolina che offre servizi elementari, ma una accoglienza calorosa, oltre ad un ottimo cibo e cucinato con prodotti freschi della zona. Per noi è proprio l'ideale come tappa di una o due notti per gli escursionisti.

Consigli utili: Venire ad Imlil (e seguente escursione al massiccio del Jbel Toubkal) da aprile ad ottobre. Negli altri mesi non ha senso.
Indicazioni utili
Visita consigliata: Sì 
Trovi utile questa recensione? yes     no


 
< Prec.   Pros. >

Le ultime recensioni su Qviaggi

1. Todi
2. Baia di Ha Long
3. Isola di Bali
4. Hué
5. Pisa
6. Patti
7. Taranto
8. Skiros

Ultime località inserite

1. Laconi
2. Evora
3. Aveiro
4. Braga
5. Tomar
6. Sintra
7. Parco Nazionale di Peneda Geres
8. Funchal
Vedi tutti...