Destinazioni


Viaggi in Italia







Sulcis Iglesiente 
Sardegna Località
Voti utenti
4.3
su 5
1 Recensioni utenti
Località
Tipo di località: naturalistica
Il territorio del Sulcis Iglesiente occupa la regione sud ovest della Sardegna e deve il suo nome all'antica città di Sulci, nell'isola di Sant'Antioco. E' un territorio unico, che offre scenari selvaggi, lungo strade spesso sterrate che disegnano percorsi serpeggianti immersi nella macchia mediterranea. Pietra bruna, rossa, perfino viola, che cala a picco sul mare di un verde smeraldo, formando insenature, scogliere e spiagge di una bellezza eccezionale, come quelle di Buggerru, Fluminimaggiore, Gonnesa, Portoscuso e Iglesias, dove'è possibile ammirare i monumenti naturali del Pan di Zucchero e Canal Grande. Questo territorio era il bacino minerario più importante d'Italia e d'Europa e Guspini, Arbus, Montevecchio, Ingurtosu, Buggerru, Iglesias, Fluminimaggiore e tanti altri sono stati e sono tuttora paesi minerari. Molte strutture minerarie sono visitabili, come la Galleria Henry nella miniera di Buggerru o la galleria di Porto Flavia nella miniera di Masua a Iglesias. Nel Sulcis Iglesiente si trovano inoltre grotte naturali, come quella di San Giovanni presso Domusnovas, antichi nuraghi, necropoli fenice, templi romani e castelli medioevali, come quello imponente di Siliqua sulla cima di un Domo Lavico.






Recensioni utenti

Media voti da: 1 utente(i)

Media voti (pesati)
4.3
Bellezza
5.0
Ospitalità
4.0
Divertimento
5.0
Servizi
3.0
 

Aggiungi una recensione



13 di 13 persone hanno trovato questa recensione utile

Sulcis Iglesiente, un ricordo meraviglioso

Autore alessandro ferrari

Media voti (pesati)
4.3
Bellezza
5.0
Ospitalità
4.0
Divertimento
5.0
Servizi
3.0
Ho fatto uno splendido itineraio a giugno nel Sulcis Iglesiente, niente a che vedere con la Sardegna mondana e opulenta di Porto Cervo bla bla bla! Però un viaggio che non si dimentica perchè il territorio è magico e ti resta dentro.. Siamo partiti da Nebida, che è un bel paese che ha un sentiero pedonale che porta a un belvedere a strapiombo sul mare... DA lì si può vedere la maestosa struttura della Laveria La Marmora, ai piedi di una scalinata di non so quante centinaia di scalini.. Completamnete abbandonata, è una vera cattedrale sul mare (peccato però che sia molto rovinata dal tempo...). DA Nebida (non perdetevi il Caffè dell'Operaio in una grotta sul mare!) siamo poi andati verso Masua, da cui si puà ammirare il Pan di Zucchero e di fronte ad esso una porta nella montagna, dove c'è uno dei siti più importanti di Masua, cioè Porto Flavia. Poi bellissimo perchè dietro all'edificio c'è pieno di gallerie che uniscono le miniere con la spiaggia! DA lì siam andati a Buggerru, con una stradina che dire provante è dire poco! Buggerru mi è piaciuta un sacco, davvero un bel porticciolo e nei dintorni ci sono delle spiagge stupende, come Portixeddu e la mia preferita.. Cala Domestica!! Oltre a un sacco di posti dove mangiare il pesce fresco... mmmm. Da Buggerru se si prosegue si arriva ad un bivio che da una parte porta ad Ingurtosu, dall'altra a Fluminimaggiore. Fluminimaggiore di bello ha tantissimi murales e non molto altro... :-( Ingurtosu invece fa paura... atmosfera strana, costruzioni disabitate, tutto un pò selvaggio.... Mancavano i fantasmi ed eravamo a posto!!!. Il paese è come messo su 3 livelli, in uno c'è l'agglomerato di case, poi la zona intermedia che è dominata dall'enorme struttura delle laverie Brassey (si resta impressionati a vederla) e al terzo livello c'è il sentiero che porta alla bellissima spiaggia di Piscinas. Da Ingurtosu siamo andati verso l'ultima tappa che è stata Montevecchio. E' un paese carino, circondato da bei boschi, che conserva molto del suo patrimonio archeologico. Infatti nelle miniere si entra facilmente con visite guidate e tutta la zona mineraria è davvero suggestiva e quasi "elegante" rispetto alle altre che avevo visto prima!! Che bella la Sardegna, fa impressione quanti luoghi nascosti ci siano.. Spero che qualcuno ripeta questa mia esperienza, è stata fantastica e toccante.
Località
Dove mangiare: ovunque a Buggerru!!! Un ristorante invece che ricordo in particolare è il Gazebo Medioevale a Iglesias: è dentro un palazzo storico, e fanno un pesce cotto e crudo fenomenale :-))
Dove dormire: per la posizione cava fiato a picco sul mare, l'albergo Pan di Zucchero a Nebida! Poi mi è piaciuto moltissimo a Piscinas l'hotel Le Dune
Indicazioni utili
Visita consigliata: Sì 
Trovi utile questa recensione? yes     no


 
< Prec.   Pros. >

Le ultime recensioni su Qviaggi

1. Todi
2. Baia di Ha Long
3. Isola di Bali
4. Hué
5. Pisa
6. Patti
7. Taranto
8. Skiros

Ultime località inserite

1. Laconi
2. Evora
3. Aveiro
4. Braga
5. Tomar
6. Sintra
7. Parco Nazionale di Peneda Geres
8. Funchal
Vedi tutti...