Destinazioni


Viaggi in Italia







Bassa Engadina 
Svizzera Località
Voti utenti
4.5
su 5
1 Recensioni utenti
Località
Tipo di località: itinerario
L'Engadina è una valle di montagna, nel canton Grigioni, ed è una delle valli abitate più alte d'Europa. E' una lunga e bellissima vallata incisa tra le montagne dallo scorrere del fiume Inn e per tradizione è stata divisa in due: l'Alta Engadina, che va da Maloja a Zernez, e la Bassa Engadina, che va da Zernez a Martina sul confine con l'Austria. La Bassa Engadina è definita "bassa" solamente perchè dai 1822 metri di St.Moritz si passa ai 1653 di Guarda, ed è meno conosciuta e celebrata di come invece meriterebbe a causa dei fasti di St.Moritz dell'Alta Engadina. Il primo paesino che si incontra entrando nella Bassa Engadina, sul versante sinistro proveniendo da St.Moritz, è Susch, seguito da Lavin e poi da Guarda, il paese più bello dell'Engadina tutta. La lingua principale in Bassa Engadina è il romancio ed una parola chiave lega tutti i borghi del territorio ed è "allegra", il saluto che si dà e si riceve ovunque. La Bassa Engadina è silenziosa e suggestiva, con castelli turriti su cocuzzoli di roccia, borghi incantati dalle case massicce decorate con i rinomati Sgraffiti e con piccole valli segrete abitate solo dagli animali.






Recensioni utenti

Media voti da: 1 utente(i)

Media voti (pesati)
4.5
Bellezza
5.0
Ospitalità
5.0
Divertimento
4.0
Servizi
4.0
 

Aggiungi una recensione



23 di 25 persone hanno trovato questa recensione utile

Bassa Engadina, gioved 22 maggio 2008

Autore Walter rovereto

Media voti (pesati)
4.5
Bellezza
5.0
Ospitalità
5.0
Divertimento
4.0
Servizi
4.0
Io la preferisco mille volte alla rinomata Alta Engadina, l'alta zona a 5 stelle che costa il doppio!! Difficile poi vedere albergoni e palazzi nella Bassa Engadina, così come è impossibile dedicarsi allo shopping d'elite!! In questa valle, SPLENDIDA, è tutto sempicemente più autentico e ci sono di quei paesini meravigliosi... Io la prima volta che ci sono arrivato provenivo da Zurigo e sono sceso a Lavin. C'è infatti un recente traforo ferroviario, il Vereina, che lega l'Engadina con la Svizzera interna ed il treno sbuca proprio nel paesino di Lavin, un piccolo borgo delizioso.. Oltre Lavin è obbligatorio girare a sinistra ed arrampicarsi su su su fino a Guarda... una meraviglia di paese.. e non per niente è protetto dalle Belle Arti Elvetiche. E' rimasto quello che era secoli fa, con case che sembrano castelli contadini, con muri spessi metri! E poi fiori fiori fiori dappertutto, una meraviglia che è solo da vedere... è una specia di paese-museo! Poi io ho raggiunto Bos-cha, tutto pieno di fattorie e mucche felici, ed Ardez, che sembra la fotocopia più moderna di Guarda... un incanto: la cosa più fotografata qui è la Chesa Clalguna, tutta affrescata, molto bella, e da non perdere le rovine del castello Steinsberg, un notevole punto panoramico! Con la stradina alta da Ardez sono andato a Ftan, penso uno dei paesi meglio conservati della Svizzera, un vero idillio.. Poi sono andato verso Vulpera, centro di golf e di vecchi stabilimenti termali dell'800, e al BELLISSIMO castello di Tarasp (sotto al quale ho dormito in un fantastico relais e chateaux): imponente, bianco, su uno sperone di roccia in mezzo ai pascoli.. Ci si arriva tranquillamente con una bella camminata (in verticale!) dalla frazioncina di Sparsels. Da questa bella atmosfera medievale sono poi andato nella "capitale" della Bassa Engadina, dove ho finito il mio viaggio :-(, che si chiama Scuol. La parte antica della città è tutta fatta di piazzette silenziose, fiori, case a sgraffito e fontane (tantissime perchè siamoancora in una nota zona termale). Qui poi d'inverno si scia, sulle piste del Motta Naluns, ai piedi praticamente della Silvretta!
Località
Dove dormire: A Guarda all'Hotel Meisser, tutti arredi belle epoque e un ristorante pluridecorato (si mnagia divinamente non a caso), un albergo stupendo, che guarda la valle..(non pagavo più di 90 euro al gg. Un hotel cosi nell'Alta Engadina costerebbe 200 euro). Poi a Ftan consiglio l'Hotel Paradise,c he come dice il nome è un paradiso, ma è già caretto... Il mio preferito è stato sicuramente l'Hotel Chastè a Tarasp: un Relais&chateaux sotto il castello, in un piccolissimo borgo, elegante, camere tutte in legno chiaro..Ristorante d'eccellenza, con cacciagione e funghi cheme li ricordo ancora... (e sempre a 90 euro!!!). Poi il mio viaggio l'ho concluso a Scuol, dove ho dormito all'Hotel Crusch Alva, che è molto rinomato per il suo ristorante tipico :-) Tutte camere in legno scuro, semplici ed essenziali!
Indicazioni utili
Visita consigliata: Sì 
Trovi utile questa recensione? yes     no


 
< Prec.   Pros. >

Le ultime recensioni su Qviaggi

1. Patti
2. Taranto
3. Skiros
4. Isola di Ponza
5. Gabicce Mare
6. Pesaro
7. Gallipoli
8. Grado

Ultime località inserite

1. Laconi
2. Evora
3. Aveiro
4. Braga
5. Tomar
6. Sintra
7. Parco Nazionale di Peneda Geres
8. Funchal
Vedi tutti...