Destinazioni


Viaggi in Italia







Penisola di Datca 
Turchia Località di mare
Voti utenti
4.1
su 5
1 Recensioni utenti
La penisola di Datca è una stretta penisola lunga circa 80 chilometri che si distende nella Turchia sud occidentale. La penisola corrisponde quasi esattamente al distretto amministrativo di Datça, che fa parte della Provincia di Muğla. Sia la città principale omonima che la penisola sono note anche col nome di Resadiye, in onore del penultimo sultano ottomano Mehmet V Resad. Relativamente meno sviluppata della regione di Bodrum, anche a causa delle strade decisamente meno agevoli, la Penisola di Datça è ricca di sorprese, tra cui il vecchio borgo di Eski Datça all'interno della città di Datça. Oltre quest'ultima, una sterrata di circa 20 chilometri conduce alla punta della penisola, protesa nell’Egeo e a poche miglia nautiche da Kos: luogo molto suggestivo, con due baie gemelle e le rovine di Knidos, con scavi in corso e tracce di ogni periodo storico, dalle colonne doriche del Tempio di Apollo ai due teatri romani, alla rotonda del Tempio di Afrodite, che si ritiene ospitasse una statua della dea realizzata da Prassitele (390-330 a.C.), distrutta, insieme al tempio, dai cristiani bizantini.






Recensioni utenti

Media voti da: 1 utente(i)

Media voti (pesati)
4.1
Bellezza
5.0
Mare
5.0
Spiaggia
5.0
Ospitalità
4.0
Divertimento
3.0
Servizi
2.0
 

Aggiungi una recensione



11 di 12 persone hanno trovato questa recensione utile

MARE & RELAX

Autore Lety13

Media voti (pesati)
4.1
Bellezza
5.0
Mare
5.0
Spiaggia
5.0
Ospitalità
4.0
Divertimento
3.0
Servizi
2.0
MERAVIGLIA POCO CONOSCIUTA
Località di mare
Cosa vedere: Noi abbiamo preferito spingerci nella parte finale della penisola, fra Datca e il sito di Cnidos, nella frazione di Mesudiye. Fra i piccoli porticcioli Datca e Palumutbuku meritano una visita. Da non perdere il vecchio centro di "OLD DATCA" e il sito archeologico di CNIDOS, dove le rovine arrivano direttamente in acqua! Il resto è solo mare e natura. Incontaminata e davvero poco frequentata. Sarete voi a scegliere la caletta che più si avvicina ai vostri gusti.
Mare e spiaggia: Il mare è meraviglioso e ci sono parecchie insenature e baie tutte da scoprire. Nella maggior parte dei casi il verde arriva fin sulla spiaggia. Le calette sono per lo più ciottolose o a ghiaia fine. In pochi punti esistono servizi turistici come stabilimenti e affitto lettini. A Ovabuku, ci sono bar/ristoranti che offrono gratuitamente ombrelloni e lettini per i clienti! Non perdete le insenature nel sito archeologico di Cnidos.
C'è davvero poco turismo, o meglio quasi tutti arrivano qui in caicco e barca a vela, in spiaggia potrà capitarvi di essere soli. Un vero paradiso.

Dove mangiare: A Datca ci sono una marea di ristorantini dove si può mangiare dal pesce freschissimo a tutte le specialità turche. Evitate il famoso "FEVZI'NIN YERI", è recensito su molte guide ma è solo una trappola per turisti... non ha portato ciò che volevamo, il pesce era incredibilmente congelato, abbiamo atteso per tre ore... e il conto è assurdo rispetto agli standard della Turchia. Il proprietario anche piuttosto ignorante.
Consiglio vivamente per cenette romantiche a base di pesce le frazioni di Ovabuku e Palamutbuku, ci sono posticini che apparecchiano direttamente in spiaggia, al lume delle sole candele e vi fanno scegliere il pesce sciacquandolo e cuocendolo come preferite! Hanno pochi tavoli e pochi turisti.. vi sentirete a casa vostra.

Dove dormire: Noi abbiamo scelto l'Olive Garden Hotel. E' una casa rurale immersa fra gli Olivi a un paio di chilometri da Ovabuku e a 18 da Datca. Ha un bel giardino con piscina e la famiglia che lo gestisce davvero accogliente. In questa zona gli standard sono un pochino più bassi rispetto alle consuete località turistiche, non aspettatevi villaggi vacanze, tutto è molto semplice ma curato e pulito.
Consigli utili: Se amate la pace, la tranquillità, i luoghi incredibilmente romantici e legati alle tradizioni, se amate il mare e cercate un luogo dove sentire ancora il rumore del mare, vi innamorerete della penisola di Datca.
Indicazioni utili
Visita consigliata: Sì 
Trovi utile questa recensione? yes     no


 
< Prec.   Pros. >

Le ultime recensioni su Qviaggi

1. Macugnaga
2. Favignana
3. Pinerolo
4. Isernia
5. Todi
6. Baia di Ha Long
7. Isola di Bali
8. Hué

Ultime località inserite

1. Laconi
2. Evora
3. Aveiro
4. Braga
5. Tomar
6. Sintra
7. Parco Nazionale di Peneda Geres
8. Funchal
Vedi tutti...