Destinazioni


Viaggi in Italia







Bukhara 
Uzbekistan Città
Voti utenti
4.1
su 5
2 Recensioni utenti
Città
Tipo di città: Tra 100mila e 250mila abitanti
Patrimonio dell'umanità UNESCO
Riconoscimenti: Patrimonio umanità UNESCO
Sito patrimonio dell'umanità UNESCO: Centro storico di Bukhara
Categoria UNESCO: Sito culturale
Bukhara è la capitale della Provincia omonima ed è la quinta città più grande d'Uzbekistan. La regione attorno a Bukhara, per lungo tempo parte della Persia, è stata abitata per almeno cinque millenni e la città stessa è esistita per metà di tale tempo. L'origine dei suoi abitanti risale al periodo dell'immigrazione ariana nella regione. Situata sulla mitica Via della Seta, la città è stata per molto tempo un centro di scambi commerciali, di borse di studio, di cultura e religione, in quanto è stata uno dei principali centri di civiltà turca nel corso della sua storia. La sua architettura e i suoi siti archeologici costituiscono uno dei pilastri della storia e dell'arte dell'Asia centrale. Tra i suoi monumenti più importanti il Kalom, il più alto minareto dell'Uzbekistan con i suoi 47 metri, l'unico sopravvissuto all'orda distruttrice di Gengis Khan.






Recensioni utenti

Media voti da: 2 utente(i)

Media voti (pesati)
4.1
Bellezza
4.5
Ospitalità
3.5
Divertimento
4.5
Servizi
3.5
Sicurezza
4.5
 

Aggiungi una recensione



1 di 1 persone hanno trovato questa recensione utile

Viaggio in Uzbekistan

Autore TourUzbekistan.it

Media voti (pesati)
4.6
Bellezza
5.0
Ospitalità
4.0
Divertimento
5.0
Servizi
4.0
Sicurezza
5.0

Bukhara e' una citta' piena di monumenti storici. La visita a Bukhara è praticamente d'obbligo in tutti viaggi in Uzbekistan. Bukhara è la città della poesia e della fiaba. La città è situata in un'oasi del deserto Kizil-Kum a est dell’Amu Darya (il principale fiume che bagna questa area dell’Asia) sul corso inferiore del fiume Zeravshan. Centro antichissimo, deriva la sua importanza dalla posizione geografica, punto d'incrocio delle vie carovaniere che collegavano l'Arabia all'India e all'antico Catai (La Cina). È una delle più antiche città del mondo. Oggi Bukhara è uno dei maggiori centri dell’industria e dell’economia, nonchè la maggiore città dell’Asia Centrale.

Il Simbolo principale della città è il Minareto Kalyan, la sua altezza è di 47 metri. Da quasi mille anni questa torre sacra domina Bukhara. Il minareto è noto anche col nome di “Torre della morte” legato al fatto che era luogo delle esecuzioni e vi buttavano giù i condannati a morte. Vicino al Minareto Kalyan si trova la moschea grande – La Moschea Kalyan, che è collegata al minareto con piccolo ponte. Nella cittadella dell’Arc (XVIII-XIX secolo), centro dell’organizzazione statale di Bukhara, si trovano il palazzo dei khan, le moschee, la tesoreria, la segretaria governativa e la prigione. Le costruzioni dell’Arc rimasero molto danneggiate durante l’assalto della cittadella da parte delle unità dell’Armata Rossa nel 1920, quando Bukhara fu sottoposta al bombardamento dell’artiglieria e dell’aviazione. Tra le costruzioni rimaste c’è una moschea con un ajvan di legno. Le mura della cittadella di Bukhara sono parzialmente rivestite con mattoni cotti. L’entrata principale dell’Arc si affaccia sulla piazza cittadina.

Città
Cosa vedere: - Visita de La Madrassa di Nodir Devan Beghi (1622), costruita originariamente come caravanserraglio e poi diventata madrassa. La facciata è ornata con un mosaico di mattonelle smaltate. I timpani dell’arco sul portale sono decorati con raffigurazioni di daini e uccelli fantastici che volano verso il sole. Nel XX secolo nel giardino davanti alla madrassa trovò posto il monumento del leggendario personaggio popolare Khodja Nasreddin protagonista di numerose favole.
- La Madrassa Kukeldash (1568-1569) monumentale e molto ricca di decorazioni, come l’edificio del periodo di Abdulla Khan (1557-1598). In questa madrassa ha studiato e ha vissuto il famosissimo scrittore e filosofo centro asiatico Sadr ad-Din Aini (1878-1954).
- La madrassa di Abdal Al-Aziz-Khan (1652) – di fronte alla madrassa di Ulugbek, costruita per ordine dell’Ashtarkhanide Abd al Aziz-Khan. Questa madrassa supera la madrassa di Ulugbek con la sua ricchezza e dimensioni. Abd al-Aziz-Khan ha voluto di superare tutti i suoi precedenti nel senso di decorazione e architettura. L’arco del portale centrale è riempito con una ricca struttura a stalattiti. Nella decorazione esterna sono largamente utilizzati pannelli di mosaico e maiolica con immagini di cespugli fioriti in vasi, creazioni fantastiche somiglianti a serpenti e altre figure.
- La Madrassa di Ulugbek (1417) - la prima delle 3 madrasse costruite da Ulugbek fu la madrassa a Bukhara. Seguendo le tradizioni del nonno Tamerlano, Ulugbek patrocinava le scienze e l’istruzioni. Per ordine di Ulugbek, venne apposta la scritta sopra la porta d’entrata della madrassa che dice: “L’aspirazione verso il sapere è dovere di ogni musulmano”.
- La più vecchia moschea in Asia Centrale: la moschea Magoki-Attari, costruita al posto di un tempio dello zoroastrismo.
- Il Minareto Kalyan.
- La moschea Bolo-khauz (1712), complesso della speciale armonia e bellezza.
- Il mausoleo Chashma Ayub (1380-1384/85), ovvero il mausoleo dalle tante cupole, è uno dei monumenti più antichi della città.
- Il mausoleo dei Samanidi (X secolo) venne costruito nel periodo di Ismail Samani (892-907) e diventa sepolcro famigliare dei Samanidi. Tutta la forma architettonica del mausoleo è semplicissima: un cubo cinto da una semisfera. Suscita ammirazione la virtuosità della disposizione dei mattoni, gli ornamenti delle lastre, la proporzione ideale di tutte le sue parti. Questo mausoleo di Bukhara viene considerato un capolavoro architettonico di importanza mondiale per l’armonia delle forme geometriche.

Dove mangiare: Ristorante Saroy e Ristorante Labi Khauz.
Dove dormire: Hotel Amelia Boutique o Hotel Sasha & Son.
Consigli utili: Viaggiare a Bukhara nei mesi di Aprile, Maggio, Settembre e Ottobre.
Indicazioni utili
Visita consigliata: Sì 
Trovi utile questa recensione? yes     no

5 di 5 persone hanno trovato questa recensione utile

Bukhara

Autore pietro

Media voti (pesati)
3.6
Bellezza
4.0
Ospitalità
3.0
Divertimento
4.0
Servizi
3.0
Sicurezza
4.0
Altra bellissima città dell'Uzbekistan.. Venendo da Khiva la prima cosa che appare da lontano della città è il Kalom, un minareto altissimo e di una imponenza incredibile, che quando lo si vede da vicino è ancora più bello, ha delle cinture ornamentali che anche se non me ne intendo moltissimo sono la fine del mondo.. Nella città si resta a bocca aperta anche davanti al mausoleo di Ismail Samani, alle innumerevoli cupole dei bazar, all'Ark che è la città regale e poi al Char Minar, che ha 4 torri perfettamente simmetriche! Una città dall'atmosfera particolare che mi è piaciuta tantissimo. Vale la pena, se si è a Bukhara, di passare anche per la città natale di Tamerlano, l'antica Kesh e che ora si chiama Shahr-i Sabz, detta città verde. Noi ci siamo andati "per forza" perchè è a poche decine di km. da Samarcanda, altra tappa di questo viaggio bellissimo, che ha sempre avuto però fin dall'inizio un unico grande grande difetto...: problemi alimentari non indifferenti......
Indicazioni utili
Visita consigliata: Sì 
Trovi utile questa recensione? yes     no


 
Pros. >

Le ultime recensioni su Qviaggi

1. Pinerolo
2. Isernia
3. Todi
4. Baia di Ha Long
5. Isola di Bali
6. Hué
7. Pisa
8. Patti

Ultime località inserite

1. Laconi
2. Evora
3. Aveiro
4. Braga
5. Tomar
6. Sintra
7. Parco Nazionale di Peneda Geres
8. Funchal
Vedi tutti...