Destinazioni


Viaggi in Italia







Los Roques 
Venezuela Località di mare
Voti utenti
4.9
su 5
1 Recensioni utenti
Los Roques è un arcipelago corallino del Venezuela situato nel mar dei Caraibi a 170 chilometri a nord di Caracas. Dichiarato dal governo venezuelano parco nazionale nel 1972, l'arcipelago è rimasto intatto ed immacolato: 50 isole e più di 300 lingue di sabbia e corallo che sorgono dalle profondità dell'Atlantico. Los Roques si può dividere geograficamente in tre parti: a nord le isole rocciose, come Francisqui, Gran Roque e Cayo Pirata; al centro la laguna con numerose isole di sabbia e palafitte di pescatori; a sud la barriera corallina di Cayo de Agua, dove c'è l'unica sorgente d'acqua dolce dell'intero arcipelago, di Dos Mosquises o Boca de Sebastopol.






Recensioni utenti

Media voti da: 1 utente(i)

Media voti (pesati)
4.9
Bellezza
5.0
Mare
5.0
Spiaggia
5.0
Ospitalità
5.0
Divertimento
5.0
Servizi
4.0
 

Aggiungi una recensione



9 di 9 persone hanno trovato questa recensione utile

Los Roques meraviglioso

Autore Gianluca

Media voti (pesati)
4.9
Bellezza
5.0
Mare
5.0
Spiaggia
5.0
Ospitalità
5.0
Divertimento
5.0
Servizi
4.0
Altro che parco nazionale... è l'EDEN........... mai visto un posto di mare cosi, mai vissuto snorkelling del genere... L'arcipelago è stratosferico e consiglio di viverlo in barca, coma abbiamo fatto noi, noleggiandola per una settimana. L'imbarcazione migliore è il Balindo, ma costava 12000 euro a settimana (in pensione completa ovviamente!!), cosi abbiamo noleggiato un Bicho pr 4850 euro..Si, ma la barca era tutta nostra (moglie e figlia) con comandante e cuoco a bordo! Comunque si possono prenotare imbarchi a cabina sugli 800 euro a settimana a testa, non serve che ve la noleggiate tutta per voi! In pochi chilometri si raggiungono con la barca gli isolotti più lontani e in una settimana di navigazione si fa tranquillamente un itinerario circolare che parte e torna a Gran Roque, toccando i posti più belli... Appena partiti ci siamo diretti all'isoletta di Augustin, dove tra l'altro si trova un ristorantino a pelo d'acqua fantastico, gestito da un residente che è ovviamente pescatore!! Che roba, capanna in legno, conchiglie dappertutto e ombrelloni.. e che pesce... Poi ci siamo diretti a Crasqui, un'altra isola semideserta e da qui verso nord, direzione oceano aperto! A mano a mano che ci si allontana dal centro della laguna le isole si fanno sempre più rade e disabitate, regno solo di uccelli marini e pellicani.. Sono emozioni e viste indimenticabili. Ad esempio negli isolotti di Los Canquises c'era pieno di fenicotteri e scendendo a terra col gommone piano piano si possono guardare anche da vicino.. Un rito poi della navigazione vuole che, dopo Los Canquises, si passi la notte ancorati nella baia (da cavare il fiato) di Noronquì e al tramonto ti portano sulla spiaggia a bere un aperitivo (vino bianco) e pesce pescato durante la navigazione!! Niente male direi!!. Da Noronquì siamo andati verso Cayo Carenero, che a parer mio ha una delle spiagge più spettacolari dell'arcipelago di Los Roques.... : deserta, sabbia bianca, acqua che sembra una piscina, mangrovie attorno..... E soprattutto...mettete la maschera!! Praterie di coralli cervello, cernie, pesci pappagallo, napoleoni enormi (santo cielo che spavento!), banchi di sardine.. insomma, una meraviglia. Una volta qui poi si può scegliere se andare verso Las Aves o Cayo de Agua (cosa che abbiam fatto noi). Si raggiunge poi Dos Mosquises (isolotti minuscoli!) e, costeggiando la barriera corallina, lunghissima davvero, siamo arrivati all'estremità sud est dell'arcipelago, dove le mangrovie si fanno fittissime e dove ho realizzato un mio sogno: andare a manetta col gommone nei canali strettissimi delimitati dalle mangrovie! Poi il dolore: ritorno a Gran Roque... Addio pace, deserto, emozioni... Se posso ci ritorno!
Località di mare
Mare e spiaggia: INDIMENTICABILI
Dove dormire: Ci sono delle posada e piccoli alberghi a Gran Roque. Molti di splendidi come Villa Caracol
Consigli utili: L'unico volo diretto per Caracas (e poi compagnia venezuelana per Gran Roque) è quello dell'Alitalia, ma costa tantissimo rispetto alle altre compagnie, quindi consiglio uno scalo a Madrid o a Parigi. Noi abbiamo rispramiato in tre cosi facendo più di 2500 euro!
Indicazioni utili
Visita consigliata: Sì 
Trovi utile questa recensione? yes     no


 
< Prec.

Le ultime recensioni su Qviaggi

1. Macugnaga
2. Favignana
3. Pinerolo
4. Isernia
5. Todi
6. Baia di Ha Long
7. Isola di Bali
8. Hué

Ultime località inserite

1. Laconi
2. Evora
3. Aveiro
4. Braga
5. Tomar
6. Sintra
7. Parco Nazionale di Peneda Geres
8. Funchal
Vedi tutti...