Destinazioni


Viaggi in Italia







Isola di Jost Van Dyke 
Antille Località di mare
Voti utenti
4.3
su 5
1 Recensioni utenti
L'Isola di Jost Van Dyke è un'isola che fa parte dell'arcipelago delle Isole Vergini Britanniche (BVI) nel Mar delle Antille, ripartito tra Regno Unito e Stati Uniti d'America e comprendente una sessantina di isole per la maggior parte di origine vulcanica e dal profilo collinare. L'isola è lunga quasi 7 chilometri ed è conosciuta dai viaggiatori di tutto il mondo per il suo stile di vita casual, per i locali notturni, per i suoi ancoraggi protetti, per le pittoresche spiagge, il mare cristallino e la sua vita mondana che offre bar, ristoranti e locali. Una via principale che è una spiaggia, il celebre Stress Free Bar, un porto, il Great Harbour, noto per le sue feste a base di aragosta, l'invenzione del drink Painkiller (ammazzadolore): tutto rende Jost Van Dyke l'isola del relax e del divertimento per antonomasia. L'isola è frequentata soprattutto da proprietari di yacht e da velisti ed ospita il famoso locale Foxy's, vero baricentro della vita notturna più sfrenata. La maggior parte dei turisti approda all'isola via mare, nel porto di Great Harbour, riparato dalle montagne.






Recensioni utenti

Media voti da: 1 utente(i)

Media voti (pesati)
4.3
Bellezza
5.0
Mare
5.0
Spiaggia
5.0
Ospitalità
4.0
Divertimento
3.0
Servizi
3.0
 

Aggiungi una recensione



1 di 1 persone hanno trovato questa recensione utile

Altra bella isoletta vergine

Autore sandro

Media voti (pesati)
4.3
Bellezza
5.0
Mare
5.0
Spiaggia
5.0
Ospitalità
4.0
Divertimento
3.0
Servizi
3.0
Partendo dal West End di Tortola si prende il traghetto e dopo una traversata di 5-6 chilometri (più o meno) si arriva a questa tranquilla e deliziosa isoletta, che io considero proprio la "gita" perfetta per chi ama la spiaggia e desidera andare e tornare in giornata.. Secondo la leggenda (però non garantisco sia vero ciò che ci hanno raccontato!) il tal van Dyke non era che un pirata olandese del Seicento, uno dei tanti in quel periodo storico.
L'isola dire che è tranquilla è poco.. sembra un posto avvolto da un letargo secolare.. comunque, cosa più importante, le spiagge sono veramente SPLENDIDE, diverse e tutte di sabbia bianca, anche se pochi turisti si avventurano dopo Great Harbour (è dove attraccano i traghetti).
Sull'isola ci sono una locanda, un centro per sport acquatici, un paio di bar sulla spiaggia dove si serve anche una gustosissima cucina delle Indie occidentali.
Al Foxy's (se c'è ancora!) all'estremità est dell'arenile, si svolge uno dei Capodanni più movimentati dei Caraibi! Dicono che servano poi 364 giorni per riprendersi e prepararsi al successivo!!!
Indicazioni utili
Visita consigliata: Sì 
Trovi utile questa recensione? yes     no


 
< Prec.   Pros. >

Le ultime recensioni su Qviaggi

1. Isernia
2. Todi
3. Baia di Ha Long
4. Isola di Bali
5. Hué
6. Pisa
7. Patti
8. Taranto

Ultime località inserite

1. Laconi
2. Evora
3. Aveiro
4. Braga
5. Tomar
6. Sintra
7. Parco Nazionale di Peneda Geres
8. Funchal
Vedi tutti...