Destinazioni


Viaggi in Italia







Isola di Virgin Gorda 
Antille Località di mare
Voti utenti
4.0
su 5
1 Recensioni utenti
L'Isola di Virgin Gorda è un'isola che fa parte dell'arcipelago delle Isole Vergini Britanniche (BVI) nel Mar delle Antille, ripartito tra Regno Unito e Stati Uniti d'America e comprendente una sessantina di isole per la maggior parte di origine vulcanica e dal profilo collinare. L'isola, dopo Tortola e Anegada, è la seconda più popolosa di tutte le BVI e copre una superficie di circa 21 kmq. Il nome all'isola pare sia stato dato da Cristoforo Colombo, a cui pareva che la forma dell'isola ricordasse quella di una donna grassa che giace di schiena: Virgin Gorda, cioè donna grassa. La sua principale città è Spanish Town sulla parte sud-occidentale dell'isola. Virgin Gorda è celebre ed amata per il suo mare cristallino e le sue splendide spiagge, tra cui spicca quella chiamata The Baths, principale destinazione turistica situata sul tratto costiero meridionale. The Baths evidenzia l'origine vulcanica dell'isola, grazie soprattutto ad enormi massi di granito che si trovano a mucchi sul litorale, che danno vita a scenografiche grotte aperte sul mare. La più importante rovina a Virgin Gorda è la vecchia miniera di rame.






Recensioni utenti

Media voti da: 1 utente(i)

Media voti (pesati)
4.0
Bellezza
4.0
Mare
4.0
Spiaggia
4.0
Ospitalità
4.0
Divertimento
5.0
Servizi
3.0
 

Aggiungi una recensione



1 di 1 persone hanno trovato questa recensione utile

Ci siamo stra divertiti

Autore Ernesto

Media voti (pesati)
4.0
Bellezza
4.0
Mare
4.0
Spiaggia
4.0
Ospitalità
4.0
Divertimento
5.0
Servizi
3.0
E' una bellissima isola di origine vulcanica ed ha un nome molto strano (Virgin Gorda significa "vergine grassa"). Si dice glielo abbia dato Cristoforo Colombo per il fatto che l'isola dalla punta sud (che è bassa e sassosa) si alzi di parecchio (tipo 400- 500 metri) fino alla cima Virgin gorda peak, che assomiglia ad una donna incinta coricata sulla schiena.. Per me ci vuole fantasia (io questa somiglianza non l'ho notata..), comunque non importa!
L'isola è abitata, gli abitanti non sono neanche 3000 e la maggior parte vive nella cosiddetta The Valley (la nostra guida però la chiamava Spanish town), una città non certo bella, un po' un ammucchiamento di case vecchie nello stile delle Indie occidentali, con anche diverse villette moderne in cemento. The Valley si trova sulla costa sud ovest dell'isola ed è proprio dove si arriva coi traghetti (noi, come tutti, provenivamo dall'isola di Tortola, anche se c'è pure una pista aerea a Virgin Gorda).
La principale "attrazione" dell'isola si trova a sud della città, si chiama The Baths ed è una specie di agglomerato giurassico di massi ammucchiati sul litorale! Il mare è letteralmente stupendo.. ed il contesta, come si suol dire, da cartolina. Le foto si sprecano.
Per arrivare a The Baths basta prendere un taxi al molo (ce ne sono un sacco ad aspettare i turisti). Consiglio di farsi lasciare al "punto di partenza", cioè all'inizio della zona, perchè poi da lì c'è un bellissimo sentiero da fare a piedi che scende dalla collina alla spiaggia dove ci sono i massi. Se si gira verso sinistra si entra nelle grotte, dove è possibile arrampicarsi fra le rocce gigantesche e avventurarsi in diverse pozze create dalla marea. E' stato veramente molto divertente, non pensavo.
Per quanto riguarda il mare, il posto migliore è Devil's beach, una bella spiaggia molto riparata dove lo snorkeling è fantastico.
A parte The Baths, se si va invece a nord di Spanish town, si trova un paesaggio più verde e collinare, la strada verso nord mi è piaciuta moltissimo e costeggia una spiaggia di sabbia finissima che ha la forma di due mezzelune, è vicino alla Savannah bay, poi sale su e va verso la cima del Virgin gorda peak. In quella zona ci sono diversi di sentieri per escursionisti, non ci si può sbagliare perchè sono indicati benissimo sul ciglio della strada. Noi siamo andati a piedi proprio sulla cima, è un sentiero tosto e ripido perchè ovviamente tutto in salita, ma non ci si impiega più di un'ora tra andata e ritorno. Il panorama del sentiero è meraviglioso, lo scorcio è strepitoso.... si vede lo stretto di Sir Francis Drake da una parte e dall'altra una baia turchese con due isole, una è quella di Mosquito, l'altra non ricordo.
Quando poi si torna sulla strada, è possibile andare da due parti, perchè si dirama: da una parte verso nord si arriva alla Leverick bay (non ci siamo andati), dall'altra verso sud si va a Gun creek, da dove poi si può andare ai villaggi di Bitter End e Biras creek a bordo di motoscafi! Consiglio vivamente!
Indicazioni utili
Visita consigliata: Sì 
Trovi utile questa recensione? yes     no


 
< Prec.   Pros. >

Le ultime recensioni su Qviaggi

1. Isernia
2. Todi
3. Baia di Ha Long
4. Isola di Bali
5. Hué
6. Pisa
7. Patti
8. Taranto

Ultime località inserite

1. Laconi
2. Evora
3. Aveiro
4. Braga
5. Tomar
6. Sintra
7. Parco Nazionale di Peneda Geres
8. Funchal
Vedi tutti...