Destinazioni


Viaggi in Italia







Selva di Valgardena 
Trentino Alto Adige Località
Voti utenti
5.0
su 5
1 Recensioni utenti
Località
Tipo di località: di montagna
Selva di Valgardena è un comune di quasi 3000 abitanti in provincia di Bolzano. Situata a ridosso del Gruppo Sella, è tra le più conosciute mete della valle che a sua volta, con 175 chilometri di piste da discesa, 98 chilometri di piste dedicate ai fondisti e 84 impianti di risalita, è un'area sciistica tra le più apprezzate delle Dolomiti. I poli sciistici di questa incantevole cittadina sono la zona della Dantercepies, verso il Passo Gardena, Plan de Gralba, verso il Passo Sella ed il Ciampinoi, raggiungibile da Selva con una funivia dalla cui cima parte la famosa Saslong: pista nera che scende a Santa Cristina e dove annualmente si svolge la gara di Coppa del Mondo di discesa libera. Oltre allo sci, Selva di Valgardena offre molti punti di svago: pattinaggio sul ghiaccio, slittino, sci alpinismo e scalate su cascate di ghiaccio. D'estate Selva è conosciuta per i suoi infiniti sentieri di montagna, in cui passare ore a contatto diretto con la natura accompagnati da una stupenda vista sulle cime dolomitiche.






Recensioni utenti

Media voti da: 1 utente(i)

Media voti (pesati)
5.0
Bellezza
5.0
Ospitalità
5.0
Divertimento
5.0
Servizi
5.0
 

Aggiungi una recensione



2 di 2 persone hanno trovato questa recensione utile

Super Selva

Autore luca 97

Media voti (pesati)
5.0
Bellezza
5.0
Ospitalità
5.0
Divertimento
5.0
Servizi
5.0
é sicuramente uno dei paesi simbolo delle Dolomiti.
Località
Cosa vedere: Da vedere a Selva c'è il Sella il Sasolungo il Puez e molto altro come i paesini di Selva, Ortisei e Santa Cristina.
Piz Boè si parte dal famosissimo Passo Pordoi e si sale al Sass Pordoi tramite la funivia, si prosegue seguendo le indicazioni alla forcella Pordoi che dà il nome all'ononimo rifugio. si riparte fino al bivio dove si prende il sentiero 638 per la Capanna Fassa al Piz Boè.
la cima del Sella è un tratto abbastanza impegnativo però accessibile a tutti. Arrivati in cima si può gustare la stupenda vista sulla Marmolada, Sassolungo, Fanes, Catinaccio e Tofane. Per la discesa si utilizza il sentiero 638 abbastanza impegnativo ma accessibile a tutti per giungere al Rifugio Boè, poi si prosegue fino alla forcella Pordoi col sentiero 627; a questo punto si può scegliere se scendere dalla forcella o ritornare alla funivia.

Dove mangiare: Si può mangiare in tutti i ristoranti; vi consiglio il ristorante pizzeria Sal Fëur
Dove dormire: Posti per dormire sono:
4 stelle: hotel Oswald
3 stelle: hotel Jagdhof
2 stelle: hotel Belsté
Appartamenti:
Lores, Antares e Villa al Sole

Consigli utili: Portare in valigia anche pile e giacche perchè la sera fa freddo
Indicazioni utili
Visita consigliata: Sì 
Trovi utile questa recensione? yes     no


 
< Prec.   Pros. >

Le ultime recensioni su Qviaggi

1. Isernia
2. Todi
3. Baia di Ha Long
4. Isola di Bali
5. Hué
6. Pisa
7. Patti
8. Taranto

Ultime località inserite

1. Laconi
2. Evora
3. Aveiro
4. Braga
5. Tomar
6. Sintra
7. Parco Nazionale di Peneda Geres
8. Funchal
Vedi tutti...